Storie – Fernando Giacobino

GIACOBINO Fernando, nato il 24 febbraio 1905 a Marsiglia (Francia) 1a, 10 – Agente di Polizia – Internato nello Stalag X B/Z (sottocampo dello Stammlager X B di Sandbostel) – Matricola 202017 – Deceduto il 24 dicembre 1943 alle ore 4.00 – Inumato in prima sepoltura nel cimitero dello Stalag X A di Sandbostel (Bassa Sassonia) – Posizione tombale: tomba n° 190 2b – Esumato e traslato nel Cimitero militare italiano d’onore di Amburgo (Germania) 1a – Posizione tombale: riquadro 2 – fila L – tomba 36 1b. Fonti: 1a, 1b, 2a, 10 – Chiara D’Ippolito (nipote) e Bruna Giacobino (figlia).

giacobino fernandoAgente di Polizia Fernando Giacobino

Mio nonno Fernando è stato internato nel 1943 in un campo nazista e lì è morto dopo pochi mesi.

Mia madre aveva solamente tre anni e per molto tempo nessuno le ha mai raccontato cosa fosse successo al suo papà. Anche dopo averlo saputo, non è mai riuscita a scoprire se e dove fosse sepolto il suo corpo.

Di lui non aveva né una foto né una lettera e per tutta la vita ha sempre sofferto tantissimo.

Era da tanto tempo che desideravo fare qualche ricerca e oggi ho scoperto il suo sito. Sono andata sulla banca dati del Ministero della Difesa, ho trovato il nome di mio nonno e ho visto che i suoi resti si trovano nel cimitero di Amburgo.

Sembrerà forse un po’ retorico e melenso, ma non riesco a smettere di piangere per la commozione. Aver ritrovato mio nonno è una cosa contemporaneamente triste e bellissima, e credo che quando lo saprà mia madre, le emozioni saranno ancora più forti. Chiara D’Ippolito

Dov’è papà? È lontano, ma presto tornerà.

Dov’è papà? Quando torna? Presto tornerà …

Tante domande che a poco a poco Bruna non ripete più, ma dentro di sé continua ad attendere.

La mamma è malata e non può rispondere.

L’attesa e l’angoscia sono sempre lì, nella sua mente e nel suo cuore.

Improvvisamente si rende conto che papà non tornerà più, che si è smarrito in un luogo lontano e lì è morto di fame, di freddo, con la febbre alta.

Non riesce a pensare che il suo papà non abbia un luogo tutto suo in cui riposare.

Lui è sempre nei suoi pensieri, ma finalmente l’angoscia è scomparsa: papà è sepolto lontano, ma in un bel prato verde in una tomba che porta il suo nome.

Bruna Giacobino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...