Dopo 74 anni, Giovanna omaggia la memoria di Dante Sturbini

Caro Signor Zamboni, ieri sono andata a “trovare” il mio prozio Dante Sturbini al Cimitero militare d’onore di Amburgo. Gli ho lasciato un angioletto con scritto “In stillem Gedenken” davanti alla piccola lapide commemorativa, che si trova accanto ad un albero che sembra quasi volerla proteggere. […] Ancora grazie per avermi permesso di ritrovare un parente che era stato messo da parte e rimosso dalla memoria della mia famiglia materna.[…]

Giovanna Carsughi


Dante Sturbini era nato il 15 settembre 1904 ad Ancona. Di mestiere operaio, dopo l’8 settembre 1943 venne fatto prigioniero dai tedeschi ed imprigionato in territorio austriaco.

Nell’ottobre del 1943 venne portato alla stazione di Vienna ed inserito in un convoglio ferroviario assieme ad altri 47 prigionieri italiani (si veda elenco a fondo pagina). La loro destinazione era il Campo di concentramento di Neuengamme (Amburgo).

Appena arrivati, a questo gruppo di italiani vennero attribuiti numeri di matricola che andavano dal 23386 al 23894 (numeri non sequenziali). A Dante fu assegnato il numero di matricola 23628.

Venne poi decentrato a Drütte (sottocampo dipendente da Neuengamme).

Il 14 marzo 1944, a seguito di un furto di patate (per sé e per altri deportati) Dante Sturbini venne fucilato.

Tre giorni dopo, portato al “cimitero per stranieri” di Jammertal, venne sepolto alla posizione tombale: campo I / fila 13 / tomba E.

Rimase inumato in quel cimitero fino alla metà degli anni ’50. La sua sepoltura venne infatti rintracciata dal Commissariato per le Onoranze ai Caduti in Guerra e le sue Spoglie esumate e traslate nel Cimitero militare italiano d’onore di Amburgo (Hauptfriedhof Öjendorf) per essere sepolte alla posizione tombale riquadro 2 / fila R / tomba 24.


Per Dante Sturbini si veda anche: Medaglia d’Onore a Dante Sturbini


Amburgo – Cimitero militare italiano d’onore – Riquadro 2
Giovanna sulla tomba del prozio


Elenco dei prigionieri italiani arrivati a Neuengamme nell’ottobre del 1943 (convoglio partito da Vienna)

Barlassina Annibale, nato a Milano il 05/04/1898. Matricola 23666.
Bonamini Martino, nato a Verona il 06/06/1906. Matricola 23682.
Bonazza Ferruccio nato a Tirano (Sondrio) il 20/01/1911. Matricola 23894.
Capello o Cappello Giambattista nato a Vittoria (Ragusa) il 13/05/1906. Matricola 23613.
Carli Oscar nato a Trieste il 08/08/1919. Matricola 23702.
Cascio Vito nato a Campobello (di Licata AG o di Mazara TP) il 14/03/1908. Matricola 23660
Cavallari Luigi nato ad Ancona il 22/02/1884. Matricola 23664
Colajanni Calogero nato a Santa Caterina Villarmosa (Caltanissetta) il 25/09/1920. Matricola 23594
Comignani Carlo nato a Pescara il 02/07/1902. Matricola 23611
Conte Costantino nato a Savona il 03/07/1912. Matricola 23423
Cosso Attilio nato a (?) il 01/09/1917. Matricola 23432
Del Medico Arcangelo nato a Villaverla (Vicenza) il 25/04/1882. Matricola 23665
Della Vedova Nicolò nato a Pozzuolo del Friuli (Udine) il 13/02/1903. Matricola 23589
Di Benedetto Antonio nato a Pizzone (Campobasso) il 15/11/1918. Matricola 23412
Di Marco Antonio nato a Castelnuovo (?) il 11/01/1906. Matricola 23620
Ditizio Giustino nato a Milani (?) il 12/10/1908. Matricola 23403
Dobrez Mario nato a Laurana (Fiume) il 25/03/1921. Matricola 23622
Facco Giandomenico nato a Mannheim (Germania) il 13/07/1906. Matricola 23621
Fappani Pietro nato a Ospitaletto (Brescia) il 03/03/1908. Matricola 23591
Gamella Guido nato a Teramo il 16/03/1889. Matricola 23647
Gariglio Luigi nato a Pacetto Torinese (Torino) il 02/12/1883. Matricola 23659
Grassi Alfonso nato a San Cipriano d’Aversa (Napoli) il 22/08/1905. Matricola 23652
Grosso Luigi nato a Capriva del Friuli (Gorizia) il 29/01/1905. Matricola 23642
Jongersen Raul Gastone nato a Buenos Aires (Argentina) il 05/10/1913. Matricola 23697
Lorenzi Ferdinando nato a Trieste il 14/12/1905. Matricola 23691
Lorussi Andrea nato a Palaccio (?) il 10/121913. Matricola 23700
Maldini Carlo nato a Trieste il 21/03/1905. Matricola 23671
Millina Salvatore nato a Girifalco (Catanzaro) il 13/03/1909. Matricola 23605
Morello Giuseppe nato ad Ariano Irpino (Avellino) il 23/08/1905. Matricola 23688
Moscardo Vittorio nato a Bagnoli (Napoli) il 09/03/1919. Matricola 23417
Ottimi Pietro nato a Gropello Cairoli (Pavia) il 29/05/1914. Matricola 23404
Pascaglia Ermelino nato a San Damiano (?) il 14/11/1885. Matricola 23675
Prestia Francesco nato a Gioiosa Jonica (Reggio Calabria) il 21/06/1916. Matricola 23689
Remistani Guglielmo nato a Solesino (Padova) il 13/11/1909. Matricola 23626
Roboldi Fulvio nato a Milano il 24/09/1907. Matricola 23629
Romano Luigi nato a Grisignana (Pola) il 31/10/1900. Matricola 23663
Roncalli Emilio nato a Verona il 25/01/1899. Matricola 23609
Rospo Giuseppe nato a (?) il 28/04/1899. Matricola 23600
Russo Carmelo nato a Pettineo (Mesina) il 11/01/1919. Matricola 23661
Sablich Giorgio nato a (?) il 10/04/1896. Matricola 23610
Santoro Ulisse nato a Castelfranco (?) il 21/10/1909. Matricola 23637
Serano Gioacchino nato a (?) il 06/07/1884. Matricola 23648
Simonovic Paolo nato a Visignana (Pola) il 02/06/1899. Matricola 23619
Sturbini Dante nato ad Ancona il 15/09/1904. Matricola 23628
Triano Vincenzo nato a (?) il 23/03/1905. Matricola 23668
Vismara Carlo nato a Triuggio (Milano) il 30/12/2012. Matricola 23710
Zampa Umberto nato a Udine il 06/08/1920. Matricola 23449
Zanotti Marcello nato a Roma il 01/02/1914. Matricola 23386

Abbiamo dato un volto anche al Fante Mario Paganotti

Grazie al pronipote, siamo riusciti a dare un volto anche a Mario Paganotti di Erbusco (BS).


Mario Paganotti

Paganotti Mario era nato il 23 agosto 1920 a Erbusco (Brescia).

Soldato del 55° Reggimento di Fanteria (Reggimento Marche) venne fatto prigioniero dai tedeschi dopo l’8 settembre 1943 sul fronte jugoslavo ed internato in Germania presso uno degli stalag del sesto Distretto militare, ai confini con l’Olanda ed il Belgio.

Il Distretto militare VI incorporava nel suo territorio gli stalag di Gross Hesepe, Dortmund, Münster, Bocholt, Dorsten, Senne Forellkrug, Fichtenhain, Hemer, Colonia e Bonn Duisdorf.

Quindi il Paganotti venne sicuramente internato in uno di questi stalag (verosimilmente potrebbe trattarsi dello Stalag VI D di Dortmund – vista la loro vicinanza a quello che poi sarà il suo luogo di prima sepoltura).

Muore il 30 marzo 1944 e viene inumato in prima sepoltura nel Cimitero centrale di Dortmund (Hauptfriedhof am Gottesacker).

Nella seconda metà degli anni ’50 le sue spoglie saranno esumate, traslate nel Cimitero militare italiano d’onore di Francoforte sul Meno (Friedhof Westhausen – Germania), ed inumate alla posizione tombale: riquadro M / fila 11 / tomba 18.

paganotti mario lapide
Tomba del Paganotti nel Cimitero di Francoforte sul Meno (foto M W.)