Sergio sulla tomba di papà a Mauthausen

Buongiorno, ringraziando anticipatamente, Le chiedo se é a conoscenza della posizione tombale nel cimitero di Meuthausen di mio padre Petronici Arnaldo deportato nel 1944 e deceduto nel campo di Wien Florisdorf.
Grazie.
Sergio Petronici
Savona.


Caro Sergio,
questi sono i dati che ho archiviato sul tuo papà:

Petronici Arnaldo di Biagio, nato il 15 giugno 1905 a Campiglia Marittima (Livorno). Sposato con Gemma De Benedetti, nata a Savona il 29 dicembre 1906 e residente negli anni ’60 a Savona in Via Priocco, 5. Arrestato a Savona. Deportato a Mauthausen, con altri 562 prigionieri, su un convoglio partito da Bergamo il 16 marzo 1944 (il convoglio si forma effettivamente a Bergamo, ma 245 deportati provengono da Torino, 157 da Milano, 34 da Genova e Savona. I restanti 127 da varie zone della Lombardia. Il convoglio passa per Verona, Tarvisio e Villach). Arrivato il 20 marzo 1944. Matricola 59058. Classificato come deportato per motivi precauzionali (SCH – Schutzhäftlinge). Mestiere dichiarato all’atto dell’immatricolazione nel lager: installatore. Trasferito a Gusen (sottocampo di Mauthausen). Trasferito a Schwechat-Floridsdorf (sottocampo di Mauthausen). Trasferito a Mauthausen. Trasferito a Floridsdorf. Morto a Vienna (Wien-Floridsdorf) il 3 febbraio 1945. Inumato in prima sepoltura nel Cimitero centrale di Vienna / Riquadro Internazionale. Esumato dal Ministero della Difesa (Commissariato Generale per le Onoranze ai Caduti in Guerra) nella seconda metà degli anni ’50 e traslato nel Cimitero militare italiano di Mauthausen. Posizione tombale: fila 13 – croce 18 – tomba n° 1123.

Nel registro delle sepolture (allegato) risulta la dicitura “3 name”. Ciò significa che in quella sepoltura dovrebbero esserci quattro Caduti.


Grazie Roberto mi sei di grande aiuto, pensa che io sono andato 2 volte a Mauthausen e ho cercato di informarmi presso il museo del campo ma l’unica cosa che ho saputo è stata la data di trasferimento da Mauthausen a Vienna Florisdorf (non so se si scrive così), poi sono andato a Florisdorf nel cimitero locale e in comune, ma non sono riuscito a sapere altro. Una mia amica un questi giorni ha fatto una ricerca più approfondita e sono venuto a sapere del Tuo archivio.
Grazie Grazie ancora per il Tuo lavoro.
Saluti Fraterni.
Sergio Petronici

Registro decessi a Mauthausen
Particolare registro decessi con il nome del Petronici

Ciao Roberto,
ti ringrazio di cuore per tutta la documentazione che mi hai inviato, soprattutto la foto della croce dove è sepolto mio papà. Ci ha commosso tutti in famiglia.
Ho notato che i nomi, già alcuni anni fa, non si leggevano nitidamente. Pensavo, se i nomi sulla pietra sono incisi, di chiedere se è possibile ripassarli, ma non so come potrei fare. Occorrono permessi, secondo te? Capisco che questa non è la cosa più importante, ma dato che abbiamo intenzione di fare il viaggio mi piacerebbe sistemarla un pochino. Ti ringrazio ancora sentitamente, mi hai fatto una grande sorpresa!!
Ciao. A presto
Sergio Petronici

Abbiamo ritoccato I nomi della croce 1123 a Mauthausen. Ti allego foto. Grazie Roberto.
Sergio Petronici

fila 13 – croce 18 – tomba n° 1123

 

Per i Caduti sepolti a Mauthausen si veda questo link

Anna cerca notizie sui compagni di prigionia del nonno

Anna cerca notizie su chiunque avesse condiviso la prigionia con suo nonno ed in particolare su un compagno crotonese (si veda link a fondo pagina)


“Gentile Roberto Zamboni, Buongiorno.

Mi presento: sono Anna Minnucci, una studentessa di 21 anni. 
Le scrivo perché sono venuta a conoscenza del sito che gestisce e del bel lavoro che fa, e, sebbene si occupi prettamente di caduti, ho visto che ha iniziato questo percorso cercando un suo parente caduto a Flossenburg. 
Le vorrei dunque chiedere consiglio su come muovermi, visto che sto intraprendendo la stessa iniziativa, alla ricerca di informazioni su mio nonno, che fu deportato all’Isola di Sylt (sebbene, da alcune ricerche che ho fatto, emerge che fosse soltanto un bunker militare), e, dalle frammentarie informazioni recepite dai miei familiari, probabilmente anche ad Auschwitz, riuscendo però a fuggire per diverse fortune che ebbe.
Il suo nome era Ubaldo Minnucci, era di Alatri (FR), dove è deceduto pacificamente nel 2006. 
Nell’attesa di un suo gentile riscontro, Anticipatamente la ringrazio. 
Un cordiale saluto”
UBALDO MINNUCCI

Pubblico il foglio matricolare del nonno di Anna (con una trascrizione per facilitarne la lettura) ed una scheda di ricerca dell’Ufficio Informazioni Vaticano per i Prigionieri di Guerra

  1. ESERCITO ITALIANO

CENTRO LEVA E RECLUTAMENTO 3° ZONA AEREA TERRITORIALE

Foglio matricolare e caratteristico

di…….Minnucci Ubaldo

nato il 7 Febbraio 1921 ad ALATRI (Frosinone), di religione CATTOLICA

  1. di matricola 21997 del Distretto di FROSINONE (85) Classe 1921

CAMPAGNE

AZIONI DI MERITO, DECORAZIONI, ENCOMI, FERITE, LESIONI, FRATTURE, MUTILAZIONI DI GUERRA OD IN SERVIZIO

È ammesso a godere di tutti i benefici previsti per i combattenti della seconda guerra mondiale per essere stato tenuto in stato di cattività in territorio germanico (e controllato dalle FF.AA. Tedesche) dal 7 Settembre 1943 all’8 Maggio 1945.

Autorizzato a fregiarsi del distintivo della “Guerra 1940-1945” di cui al supplemento al Foglio d’Ordini Ministeriale N.S. dell’1/12/41 e ad applicare sul nastrino n. Tre stellette

MATRICOLA                        Minnucci Ubaldo

  1. 21997 del Distretto di Frosinone (85)

Residenza all’atto dell’arruolamento: Alatri

Via Melegranate, 56

ARRUOLAMENTO, SERVIZI, PROMOZIONI

ED ALTRE VARIAZIONI MATRICOLARI

Soldato di leva classe 1921 Distretto Militare di Frosinone e lasciato in congedo illimitato. 29 Maggio 1940
Giunto alle armi ed assegnato in qualità di Aviere nella Regia Aeronautica al

Centro di Affluenza di Ciampino Sud del Centro Leva e Reclutamento della 3° Zona Aerea Territoriale

29 Maggio

1941

Tale Mobilitato in territorio dichiarato in stato di guerra e zona di operazioni…………………………45 30 Maggio

1941

TIMBRO PADOVA Tale nel Centro Istruzione Reclute di (Fiera Campionaria)

(Centro L.R. della 2° Zat.)

30 Maggio

1941

Ricoverato all’ospedale militare di Padova per malattia 8 Giugno

1941

Cessa di essere mobilitato e di trovarsi in territorio dichiarato in stato di guerra e di operazione 11 Giugno 1941
Stando ricoverato all’ospedale militare di Padova viene trasferito al R. Aeroporto di Padova 18 Luglio

1941

Dimesso dal luogo di cura ed inviato in licenza di convalescenza di gg. 20 (venti) 3 Agosto

1941

Rientra dalla convalescenza 23 Agosto 1941
Trattenuto alle armi per esigenze di carattere eccezionale a mente del R.D. 17 Agosto 1939 (Dispaccio n. 559680 in data 18 Novembre 1942 D.G.P.M.)

 

30 Novembre

1942

Corrispostagli dall’Ufficio Amministrativo R. Aeroporto Padova con ordine di pagamento N° 3420 in data 10-9-1942 la somma lorda di lire 223 quale importo di n° 22 giorni di Licenza non usufruiti nell’anno dal 29 Maggio 1941 al 17 Giugno 1942 (Circolare Gabaereo n. 45565 o 45365 (?) del 19-6-1941) 10 Settembre 1942
Tale mobilitata in territorio dichiarato in stato di guerra o zona di operazioni 23 Agosto 1941
Catturato dalle Forze Armate Tedesche e trattenuto in stato di cattività in territorio germanico 8 Settembre 1943
Rientrato in territorio nazionale 22 Agosto 1945
Presentatosi al C.A.R. di Roma 22 Agosto 1945
Inviato in licenza speciale di rimpatrio di gg. 60 con assegni 22 Agosto 1945
Inviato in licenza illimitata senza assegni in attesa di disposizioni Ministeriali 22 Ottobre 1945
Collocato in congedo illimitato in base alla circolare ministeriale n.2/DPM/42140/49 del 22/11/1945 22 Novembre 1945
RESTITUITO nei ruoli matricolari dell’Esercito Italiano (Distretto Militare di Frosinone) ai sensi della Circolare Ministero della Difesa Aeronautica – Dir. Gen. Pers. Mil. SOUELE (?)

5. Divisione Leva e Matricola n° 5 seg./1190-in data 5 maggio 1947

13 Febbraio

1947

Parificato a Orvieto, lì 13-2-1951 13 Febbraio 1951

Il Capo ufficio (CAP.A.A. r.s.  A. Tonini)

DATI E CONTRASSEGNI PERSONALI

COGNIZIONI SPECIALI, MATRIMONI E VEDOVANZE

Figlio di………………. Giuseppe

E di…………………  Capone Ausilia

Di religione…………  Cattolica

Nato il……………… 7-2-1921

a………………………Alatri

Provincia di…………. Frosinone

Statura m. ………….. 1,69 – Torace m. 0,94

Capelli colore……… Neri – Forma…… Ond.

Viso…………………….. Tondo

Naso……………….…… Reg.

Mento…………………. Ovale

Occhi…………………… Cast.

Sopracciglia…………. Nere

Fronte…………………. Reg.

Colorito………………. Roseo

Bocca………………….. Reg.

Dentatura……………. Guasta

Segni Particolari……//////

Arte o professione… Sarto

Se sa leggere…. Si – Scrivere…. Si

Titoli di Studio……….. 5° Elementare

Cognizioni extra professionali…..//////

Inscritto di Leva del Comune di…. Alatri

Provincia di……………Frosinone

Ammogliato con……..////// il…. //////

Con autorizzazione….//////

Rimasto vedovo il……//////

RESIDENZA ELETTA ALL’ATTO DELL’INVIO IN CONGEDO

E SUCCESSIVI CAMBIAMENTI

Via Mele Granate 53 Alatri (Frosinone)

Note ai lati: 3420      Sarto, 5° Elementare, Bersaglieri, Fanteria, Danneggiati (? simile)


 

Scheda di ricerca dell’Ufficio Informazioni Vaticano per i Prigionieri di Guerra

Appello sul quotidiano “il Crotonese”

https://www.ilcrotonese.it/cerco-un-crotonese-imprigionato-dai-tedeschi-con-mio-nonno/

 

 

Caduti italiani in Alabama (USA)

 

… non ha importanza quale fosse la loro divisa, quale religione professassero o quali idee politiche avessero, quando penso a loro, riesco a vedere solo le loro madri …

Nel 1943, 50.000 militari italiani vennero fatti prigionieri dagli alleati durante le operazioni belliche svoltesi in Tunisia ed in Sicilia e trasferiti in campi di concentramento negli Stati Uniti.

I campi di concentramento furono costruiti o in basi militari esistenti o in siti distanti dalle principali città e centri industriali.

Tra il 1943 e il 1946, oltre 3.500 soldati tedeschi e italiani furono internati a Fort McClellan, nella contea di Calhoun, nell’Alabama nord-orientale.

Negli Stati Uniti persero la vita in prigionia 165 italiani e vennero sepolti in cimiteri delle Forze Armate USA, realizzati nell’area dei Presidi (Forti) Militari.

Tre di questi italiani furono sepolti nel Cimitero per prigionieri di guerra di Fort McClellan.

Questi i loro nomi:

IACOBONI Giuseppe, nato il 12 dicembre 1892 a Rieti. Capitano. Morto il 4 marzo 1944 a Fort McClellan (Alabama – USA). Sepolto nel Cimitero commemorativo tedesco e italiano di Fort McClellan (Alabama). Posizione tombale: settore 7 – tomba 3.

SPERA Rosario, nato il 27 maggio 1910 a Belmonte Mezzagno (Palermo). Morto il 24 agosto 1943 a Fort McClellan (Alabama – USA). Sepolto nel Cimitero commemorativo tedesco e italiano di Fort McClellan (Alabama). Posizione tombale: settore 7 – tomba 4.

VERNACCHIO Vincenzo, nato il 3 settembre 1920 a Nusco (Avellino). Morto il 17 febbraio 1944 a Fort McClellan (Alabama – USA). Sepolto nel Cimitero commemorativo tedesco e italiano di Fort McClellan (Alabama). Posizione tombale: settore 7 – tomba 2.


 

Elenco sepolture Cimitero McClellan


Video segnalato dall’amica Dolores Mihelić Malbašić